Categoria: News

Notizie recenti

Grazie Alfredo, grazie Dania

Il Tuscania Volley saluta e ringrazia l’assistant coach Alfredo Walter Martilotti con il quale, nel corso di questi due anni passati insieme, si è creato un forte legame umano oltre che professionale.

In queste stagioni, Martilotti è stato un elemento fondamentale negli equilibri di squadra avendo messo a disposizione, sempre con estrema umiltà, tutta la propria esperienza maturata nella sua brillante carriera tra Corigliano, Cuneo, Civitanova, Siena e Nazionale Polacca. Un profilo di altissimo livello con una conoscenza incredibile della pallavolo nazionale e mondiale.

Contestualmente, si ringrazia anche la sua compagna Dania Spinosi, che nella passata stagione ha ricoperto il ruolo di addetta stampa del Tuscania Volley coadiuvata da Giancarlo Guerra, consentendoci, grazie alla sua professionalità, un’importante crescita sotto il profilo della comunicazione.

A Dania ed Alfredo vanno i nostri migliori auguri per le future scelte professionali e di vita.

Ufficio Stampa Tuscania Volley

Condividi:

Coach Morganti subito al lavoro: “Competitivi, grazie ad un mix tra giovani e esperti”

Con l’arrivo di Bruno Morganti alla guida della squadra è partita ufficialmente la nuova stagione agonistica del Tuscania Volley.

Quali, coach, le sue prime impressioni?

“Io sono del territorio quindi il Tuscania un po’ lo conoscevo. La prima impressione è sicuramente quella di un grande attaccamento da parte di tutti, del presidente, del direttore generale, di qualche giocatore e anche di molte persone che ho conosciuto in giro per il Paese”.

Oltre a provenire dal territorio, lei è molto noto per i suoi successi, uno dei più recenti il titolo europeo con la nazionale under 17 proprio lo scorso anno in Turchia.

Crede che anche questo possa servire ad attirare sempre più spettatori al PalaMalè?

“Me lo auguro, comunque io ho seguito anche quest’anno qualche partita e il Palazzetto è sempre bello gremito. Spero quest’anno possa esserlo ancora di più: la squadra ha sicuramente bisogno dell’apporto di tutti”.

Al di là dei successi sportivi, il Tuscania Volley è famoso anche per avere una tifoseria molto ‘calorosa’, la famosa Bolgia.

Ha già avuto modo di conoscerne qualche rappresentate?

“Sì qualcuno. So che sono in molti e calorosi e per quel poco che ho vissuto la cittadina in questi primi giorni, girando per il paese, ho visto che un po’ tutti i tuscanesi sono attaccati alla pallavolo”.

Solo un accenno al mercato. Arriverà un top player?

“Da quando sono ufficialmente diventato l’allenatore del Tuscania ci siamo messi subito al lavoro per cercare di far sì che la squadra sia da subito competitiva. Sarà composta sicuramente da un mix tra elementi esperti e, quindi, anche da qualche giocatore di prima fascia, e anche da qualche giovane che in prospettiva possa dare il suo contributo per cercare di ottenere, per quanto riguarda il campionato, un miglioramento rispetto al passato”.

Giancarlo Guerra, Ufficio Stampa Tuscania Volley

Condividi:

Angelo Pieri “Il sogno è solo rimandato”

Riceviamo e pubblichiamo l’intervista fatta al Presidente Angelo Pieri da Marco Giulianelli, giornalista de Il Messaggero.

A pochissimi giorni dalla ufficializzazione del divorzio a scadenza di contratto con coach Paolo Montagnani, il Tuscania Volley ha ufficializzato la guida tecnica nel prossimo campionato di serie A2 di Volley. A guidare il Maury’s Italiana sarà una vecchia conoscenza del volley viterbese, Bruno Morganti, tecnico romano classe ’66 che ha mosso i suoi primi passi da allenatore nella Tuscia, prima a Orte poi a Civita Castellana, salvo poi intraprendere una lunga carriera da tecnico federale che gli ha permesso di lavorare sempre con i giovani.
La sua prima esperienza da capo allenatore è arrivata con il Club Italia, mentre lo scorso anno la consacrazione con l’Under 17 azzurra che ha vinto gli Europei in Turchia.

Presidente Angelo Pieri come è nata questa scelta?
E’ una scommessa che ci stuzzicava, poi il resto lo ha fatto Morganti che con il suo entusiasmo di intraprendere questa avventura ci ha da subito contagiato
Cosa chiede al nuovo tecnico del Tuscania Volley?
Naturalmente di non perdere questo entusiasmo, di trasmetterlo alla squadra e di mettere in pratica tutta l’esperienza che ha maturato in questi anni con l’egregio lavoro che ha fatto con le giovani rappresentative che ha allenato
Parlando di risultati?
Semplice: come ripeto ogni anno, ci dobbiamo migliorare. Quindi a lui chiedo di provare a fare meglio dello scorso anno
Meglio dello scorso anno c’è la promozione…
Partiremo con l’idea di fare bene, se dovesse arrivare il salto di categoria non ce lo faremo di certo sfuggire
Che giudizio dà ai due anni fatti con coach Paolo Montagnani?
Sicuramente molto positivi, Montagnani è un allenatore di primissimo livello che ci ha consentito di crescere molto, sotto ogni punto di vista. Grazie a lui abbiamo acquisito una cultura del volley che ci mancava e ci sarà utile per il futuro.
Trovato l’allenatore, dovrete cominciare ad allestire la rosa. Sarà di nuovo rivoluzione?
Assolutamente no. Cercheremo di confermare lo zoccolo duro al quale innesteremo elementi di valore. Credo che almeno con i sette titolari chiuderemo molto presto.
Anche il prossimo anno si giocherà a Viterbo, come sono andati questi due anni da emigranti?
Diciamo che siamo riusciti a coinvolgere anche una parte della città di Viterbo e gli ingressi dell’ultimo campionato lo certificano. Ci piacerebbe andare oltre e coinvolgere tutto il territorio.

Marco Giulianelli, Il Messaggero

(nella foto di A.Murri il Presidente Angelo Pieri)

Condividi: